Manca meno di una settimana a Nowruz, il nostro capodanno, il 21 marzo. E come in altre culture ci sono diverse tradizioni per arrivare al nuovo anno. Chaharshanbe Suri (persiano: چهارشنبهسوری) è una di queste: un festeggiamento alla vigilia dell’ultimo mercoledì prima di Nowruz.

Il nome persiano deriva dalla combinazione di due parole “mercoledì” e “rosso” (il colore del fuoco); e proprio il fuoco ha un ruolo principale durante questa festa.  Le persono cominciano a raccogliere legna – ho visto anche porte e comodini buttati nel fuoco!- in uno spazio aperto e libero. Al tramonto, quando la festa comincia, si salta sopra le fiamme. Questa è considerata una pratica purificatoria.

La festa risale agli antichi rituali persiani. Gli antichi iraniani celebravano gli ultimi cinque giorni dell’anno in onore degli spiriti dei morti. Credevano che gli spiriti sarebbero venuti per la riunione. I sette santi immortali venivano onorati in questo modo.

Ho partecipato anch’io a questa festa e il video mostra una piccola parte di essa. Una serata indimenticabile! Le tradizioni e i festeggiamenti danno il colore alle nostre vite quotidiane specialmente quelle così speciali alla vigilia del nuovo anno.