Recita così un vecchio proverbio, di vero c’è che chi trova un vero amico trova una grande risorsa per il proprio benessere psicologico. L’amicizia tra due persone o all’interno di un gruppo è una risorsa immensa. L’amicizia si basa sull’aiuto reciproco, sul sapersi mettere da parte per lasciare spazio “emotivo e psicologico” all’altro. L’amicizia è sinonimo di fedeltà e di felicità. Tutto questo non può che far bene. Ma come tutte le cose, a volte, dietro ad un comportamento si cela qualcos’altro e l’amicizia non fa eccezione.

Spesso non siamo circondati da buoni amici ma solo da persone che ci usano, ci manipolano oppure da persone a cui non possiamo affidarci perché l’amicizia vuol dire anche fiducia.

 

 

Quando inizi a frequentare una persona in amicizia dovresti stare attento se questa ti cerca solo quando gli serve qualcosa, se cerca di manipolarti, oppure se ti cerca quando si sente solo e non ha nessuno con cui uscire. Questi sono campanelli d’allarme che non dovresti mai sottostimare, perché colui che stai frequentando non ha le caratteristiche per diventare una persona fidata ed essere un potenziale amico.

Vediamo quali sono le persone da cui è meglio stare alla larga evitando di farle entrare nella cerchia delle amicizie.

I bugiardi e le persone false. Tutti abbiamo raccontato bugie nella nostra vita, ma i bugiardi patologici, cioè quelle persone che creano un mondo di menzogne, sono persone che è meglio evitare. Anche le persone false, quelle che non sono sincere, è meglio non farle rientrare nella cerchia delle amicizie. I bugiardi patologici e le persone false di sicuro prima o poi ti feriranno e lo faranno pienamente consapevoli di ciò che stanno facendo. Per loro non sei importante e non hanno nessuna empatia nei confronti degli altri, perché sono troppo concentrati a mantenere alta la propria autostima.

I manipolatori. Chi sono le persone manipolatrici? Sono tutte quelle persone che cercano, con l’inganno, l’adulazione e varie strategie, di farti fare quello che vogliono loro e non permettono di esprimerti per quello che sei. È sempre meglio stare lontani dai manipolatori perché non c’è nulla di più brutto di essere manipolati e non esserne consci. Nessun manipolatore potrà mai dimostrasi un vero amico perché  l’amicizia non si basa sulla manipolazione.

Gli indiscreti. Le persone indiscrete o, se mi passate il termine, i “pettegoli” non sono proprio degli amici. Come sempre bisogna fare delle distinzioni, perché a tutti è capitato di dire qualcosa che era meglio non dire sul conto di qualcun altro. Questo non vuol dire essere pettegoli, perché il vero maldicente è quello che cerca di farsi notare e cerca di diventare importante solo attraverso il pettegolezzo. I pettegoli sono quelle persone che ti fanno credere di essere tuo amico solo per carpirti dei segreti e, successivamente, dirlo agli altri perché chi possiede un segreto ha un potere. Vogliono il potere e lo ottengono a scapito degli altri.

Le persone negative croniche ed i pessimisti. Chi va con lo zoppo impara a zoppicare. Forse non è sempre vero ma di sicuro noi apprendiamo molto per imitazione. Questo sistema di apprendimento è molto più forte di quanto tu possa immaginare. Per questo motivo è meglio stare lontani dalle persone negative e pessimiste in modo patologico perché si dimostreranno vampiri d’energia e l’energia la prenderanno da te. Queste persone non ti permetteranno di crescere e di aspirare a qualcosa di più elevato perché, come dico sempre ai miei pazienti, non è importante farcela ma credere di farcela.

Per concludere, voglio dirti che un vero amico lo riconosci perché ti accorgerai di lui lungo il tuo cammino. Ti accorgerai che è sempre stato al tuo fianco, nei momenti belli e in quelli brutti. Quando ne avevi bisogno, sapevi che potevi farci affidamento e non ti ha mai chiesto o detto qualcosa per il semplice tornaconto personale. Un vero amico è quella persona che sa fare un passo indietro quando serve ma è sempre pronto a tenderti la mano.