Una serie di scioperi dei treni perturba il traffico in Francia. Che dire? Ormai siamo “rodati” e ci si organizza come si può. La ferrovia dello stato francese ha reso pubblico le date degli scioperi previsti da aprile a giugno: 2 giorni di sciopero e 3 di lavoro, 2 di sciopero e 3 no…..da APRILE A GIUGNO!!

Ovviamente hanno precisato che nei 3 giorni di non sciopero di prepararci a ritardi e meno treni perché essendo stati in sciopero i giorni precedenti la manutenzione non può essere eseguita correttamente. In conclusione: 2 giorni di sciopero e 3 di perturbazioni e disagi. I siti come “blabla car” sono presi d’assalto e la ferrovia ha creato un sito permettendo a chi vuole di proporre posti in auto (senza fini di lucro). Così anche la sottoscritta si é trovata alle 6 del mattino su un ponte parigino insieme ad altre 2 persone e siamo saliti sulla macchina di una sconosciuta che ci dava un passaggio.

 

 

Ho scoperto che era una poliziotta che aveva appena terminato il turno di notte e faceva il suo “dovere cittadino” dandoci un passaggio. Il lato positivo dello sciopero é che anche i parigini diventano più umani e vittime della “solidarietà cittadina” sono quasi simpatici con gli sconosciuti. Poi ci sono le raccolte fondi su internet perché visto che i ferrovieri perdono lo stipendio a causa dello sciopero con i soldi raccolti si distribuisce un tot al giorno ai ferrovieri scioperanti. Hanno raccolto ad oggi 883.902 euro…..le donazioni continuano ovviamente!

E poi c’è anche una coppia di 85 e 87 anni, francesi che festeggiano le nozze di diamante, 60 di matrimonio e da mesi stanno organizzando tutto…hanno riunito 40 parenti e prenotato il TGV per tutti da Lilla ad Avignone per festeggiare. Ma la data di partenza e di ritorno cade in due giorni di sciopero…che fare? Il Sig. Jacques ha scritto una lettera a ben 39 membri della direzione delle ferrovie e anche al Ministro dei Trasporti. Con molta ironia, senza disprezzare gli scioperi chiede solo se possano garantire il loro treno di andata e ritorno…60 anni di matrimonio non è una festa da tutti i giorni!

Sarà chiamato direttamente al telefono da un responsabile che garantisce che i suoi due treni circoleranno per permettere alla famiglia di essere tutti uniti e festeggiare…siamo tutti felici per la coppia!

Insomma si trova una soluzione a tutto, sciopero o non sciopero la vita procede e ci si arrangia alla meglio…anche se tutti speriamo che lo sciopero non sia prolungato!