Si chiamava Legros e riesce a portare la parrucca ad un livello mai raggiunto prima. E’ il preferito della marchesa Pompadour, della Du Barry….tutti vogliono una sua creazione. Ha l’ idea di riunire  le sue parrucche in un libro che si vende talmente bene che é stato ristampato ben tre volte. Ma perché questa moda diventa così’ importante? Inizia con Luigi XIV che conta non meno di 40 parrucchieri per disegnare e realizzare le sue parrucche. Visto che la corte copia il re e che Parigi copia la corte e che la Francia copia Parigi ecco che diventa una moda …..europea!
Poi tocca alle donne, soprattutto nella seconda metà del 1700 ….eccole di tutti i colori, tono pastello come le vuole Maria Antonietta, (rosa, viola o blu). Indica il grado sociale di appartenenza, a titolo di esempio le dame più ricche destinavano vare migliaia di euro all’anno al parrucchiere di fiducia per aver una parrucca diversa quasi per ogni giorno. Di cosa erano fatte? capelli umani ovviamente! ma venivano mischiati con crine di cavallo o capra e poi? la si incipriava….una spolveratina con amido di riso o di patate. Ovviamente la parrucca non si lavava mai quindi spesso diventava un covo di insetti, portando infezioni.  Persino il re sole ebbe un’infezione che andava dall’orecchio sinistro a quello destro dovuto dal portare la parrucca tutti i giorni e fu operato ben due volte. Soffriva di mal di testa, vertigini…..ma continuava a portarle….la moda prima di tutto.
Per il nostro Legros sarà un successone, prima faceva il cuoco, poi con le sue parrucche guadagna fama e denaro, il suo libro farà storia nel settore , ma la sua morte tragica (durante i fuochi d’artificio per festeggiare il matrimonio di Maria Antonietta) mette fine ad una brillante carriera. Sarà la fortuna di un altro parrucchiere, Léonard che diventerà il preferito della regina e quando scoppia la Rivoluzione Francese sarà preso come esempio della ” frivolezza” della stessa. La Rivoluzione metterà fine a questa moda e i parrucchieri dovranno convertirsi….molti diventeranno barbieri!