La presenza eccezionale dei “leopardi” adolescenti iraniani nei Mondiali d’India: una sorpresa assai piacevole la presenza dei calciatori adolescenti della squadra nazionale fra le otto squadre più brave del mondo.

Secondo il mio parere il calcio è sempre stato un gioco “inutilmente serio”, soprattutto quando 22 persone cercano di avere il controllo di una palla e seminarla. Ma in realtà, è lo sport più popolare in Iran. Ultimamente, guardando le partite dei mondiali, ho potuto godermi una buona partita così ora capisco di più perché attira tutta questa attenzione: crea tanta emozione.

Questa emozione raddoppia quando si tratta della squadra nazionale e specialmente l’importanza cresce quando si tratta dei più giovani che rappresentano il futuro di questo sport per la Nazione.

Questa settimana nella loro ultima partita, i “leopardi iraniani”, hanno perso contro la Spagna e sono tornati a casa. Sono ritornati, però, con risultati che non erano mai stati raggiunti prima nella storia del nostro calcio. Personalmente sono fiera di loro perché hanno portato l’orgoglio nella Nazione. Questo vale per ogni squadra nazionale in ogni sport, però, per me che non mi aspettavo un successo così grande, ho gustato una dolcezza raddopiata.

Al loro arrivo all’aeroporto la Federazione ha concesso dei premi a tutti i giocatori e alla squadra tecnica. Un gesto gentile e corretto, secondo me, riguardo ai nostri giovani che con il loro sforzo, hanno portato la felicità nel cuore di milioni di Iraniani.

Perché vengono chiamati “leopardi iraniani”,(Yuz-e Irani – in persiano)? I leopardi iraniani sono in pericolo d’estinzione, quindi, per attirare l’attenzione su una questione ambientale così importante, sulle maglie dei giocatori c’è l’immagine del leopardo visto l’importanza che ha il calcio e specialmente la squadra nazionale nel Paese. Purtroppo questa specie felina rischia di estinguersi malgrado le importanti campagne di sensibilizzazione.

In ogni modo mi congratulo con i nostri giovani calciatori per la loro vittoria che ha aperto una nuova pagina del calcio nazionale.

Spero, sia per loro, sia per altri giovani talentuosi che questa vittoria consenta di raggiungere le cime del successo, sostenuti e incoraggiati come sempre dai nostri attuali e bravi preparatori atletici.