Qajar, la dinastia dei sovrani che hanno governato l’Iran dal 1781 al 1925, è una dinastia con caratteristiche molto particolari. Di recente ho letto un articolo sugli standard di bellezza femminile di quell’epoca che mi è sembrato molto interessante!
Quando uno vede le foto delle donne di Qajar, è molto probabile che a un certo punto si chiederà: “ma come mai quasi tutte le donne in queste foto sono così “ciccione”?”.

 

Il motivo più importante sarebbe perché agli uomini di Qajar piacevano così.
La Qajar è l’ultima dinastia d’origine turca che governò in Iran. All’epoca, come d’usanza fra le etnie turche, l'”essere grasse o carnose” veniva considerato il principale criterio di bellezza e attrazione femminile! Questo divenne più rilevante durante il governo di Qajar e gli uomini qajari davano più importanza a questo fattore rispetto agli altri uomini d’origine turca.

Durante il rinascimento, nei paesi dell’ovest del Paese il sovrappeso veniva ritenuto un segno di benessere, quindi le persone ricche mangiavano parecchio per mostrare la loro richezza. Al contrario i poveri erano molto magri, con corpi deboli, e ciò mostrava la loro mancanza di mangiare. Così, “essere ciccione” fra le donne iraniane dell’epoca di Qajar, era un fattore di bellezza.

 

Soprattutto alla corte di Qajar, se una donna era grassa, più attirava l’attenzione dei reali e più veniva rispettata. Fra queste. È rimasta celebre la storia di una signora che si chiamava Anis-oldolle: la sua vicenda è raccolta in un’intervista relizzata da una giornalista europea dell’epoca. Lei era la preferita di Naser-eddin Shah, uno dei ré più potenti qajari. La giornalista la descrive così: molto grassa, di costituzione corpulenta, mangiava troppo… Anis aveva menzionato il fatto che per i mariti iraniani, le moglie più grasse fossero le più desiderate! Anis, la bellissima moglie della corte dello Shah, aveva doppio mento, o come diciamo in persiano, “settuplo mento”!!!

Un altro criterio di bellezza per le donne in quel periodo era avere i baffi e le sopraciglia unite, un fattore ormai perso da tanto tempo, grazie al Cielo!

Le definizioni si alterano nel tempo, con queste cambiano anche i gusti, quindi forse un giorno torneremo al punto in cui le donne sono considerate belle quando sono ciccione. E questo potrebbe essere l’ideale, per una golosona come me!