Qualche giorno fa un mio caro amico che, purtroppo, vedo sempre più di rado mi ha comunicato che il mese prossimo si sposerà.

Sarà il suo primo matrimonio alla non verdissima età di 57 anni.

Oltre ad essermi felicitato per la notizia e aver assicurato la mia partecipazione all’evento ho cercato subito di risolvere il problema ” regalo ” perché queste situazioni mi mettono sempre  in imbarazzo; per quanto tu conosca la persona o la coppia non si è mai del tutto sicuri di fare la scelta giusta e più gradita a meno che ….

….a meno che i futuri  sposi non preparino la famosa ” Lista di nozze ” che toglie di impaccio gli invitati.

Ora, i miei amici hanno avuto un’idea molto brillante: in considerazione del fatto che sono una coppia consolidata da anni, hanno già una casa con tutte le comodità possibili e immaginabili e che, sia per lavoro sia per turismo, hanno veramente girato mezzo mondo hanno fatto una doppia lista:

chi vuole può contribuire ad un loro viaggio ( destinazione al momento sconosciuta, dipenderà evidentemente da quanto sarà stato raccolto );

come seconda possibilità chi vuole può versare una quota dall’importo variabile per sostenere una nota organizzazione impegnata a favore dei malati, dei disagiati e dei bambini poveri in Africa.

La scelta della coppia dei miei amici mi è parsa molto bella e intelligente; opterò senz’altro per la seconda possibilità e parteciperò ancora più volentieri a questo momento intimo, di festa e di realizzazione di un sogno.

Spero tanto che qualcun altro, chissà dove, potrà realizzarne un altro, probabilmente molto più importante.