Questa foto é diventata il simbolo della sfilata dei gilet gialli, atto V, avvenuta sugli Champs Elysées sabato scorso. E’ stata intitolata : “Le due marianne”. 5 donne che sfidano il freddo, a seno scoperto di fronte ad un gruppo di gendarmi. Nella foto una donna gendarme con sguardo di sfida tiene testa a una delle Marianne…….i gendarmi sono veri , ma le Marianne fanno parte di una performance dell’artista Deborah de Robertis. All’ inizio del corteo dei Gilet Gialli le 5 donne non sono passate inosservate e si sono trovate in prima fila…di fronte alle forze dell’ordine.
 
 
L’artista  non é spinta  da motivi “sociali” ma puramente artistici. Deborah é molto famosa, le sue “performances” hanno fatto il giro del mondo e anche ….dei tribunali! Viene dal Lussemburgo, di padre italiano e madre francese usa il proprio corpo come mezzo di espressione artistica e spesso  i suoi happening finiscono davanti ad un giudice.  Nel 2016 si espone nuda di fronte alla Gioconda al museo del Louvre, stessa cosa al museo d’ Orsay davanti al quadro “l’origine del mondo” del pittore Courbet e lo scorso agosto nuda al santuario di Lourdes (con un velo azzurro sul capo) diceva voler “incarnare” la Vergine Maria e anche Maria Maddalena……in tribunale sarà accusata di esibizionismo.
 
Ma questa volta la “performance” é riuscita, niente denunce e le foto scattate sugli Champs Elysées hanno fatto il giro dei social. A me veniva in mente il quadro di Delacroix “la libertà guidando il popolo”…anche se non indossavano un berretto frigio e la coccarda era poco repubblicana! C’é un errore negli ordini del colore….ma l’effetto é stato radicale.
 
 
Comunque erano delle Marianne tristi, la Repubblica é triste…..di fronte, tra i gendarmi, in maggioranza uomini, il colore che prevale é il nero, sono armati, con gli scudi……La Repubblica deve essere UNA E INDIVISIBILE invece qui sembra divisa ….poi il fotografo ha colto l’attimo, le due donne hanno la stessa corporatura e anche il volto é simile…..si tratta di due facce della stessa medaglia….la Repubblica siamo noi. E’ una lotta interna? Ognuno ci veda cio’ che vuole ma un grande BRAVO al fotografo che ci ha regalato uno scatto eccezionale.