Ormai da qualche anno in Francia quando arriva la notte da giugno a settembre, in molte città francesi si può’ assistere allo show  chiamato: “son et lumière” (suoni e luci). Della durata di circa una ventina di minuti si tratta di uno  spettacolo gratuito aperto a tutti che di anno in anno diventa sempre più elaborato ed attira sempre più curiosi.
Le città che aderiscono  all’iniziativa sono numerose e fanno a gara per avere le illuminazioni più belle.
Spesso le proiezioni si fanno sulle cattedrali, come quella di Rouen, una delle più belle di Francia che evoca attraverso le luci colorate la vita e la morte di Santa Giovanna d’Arco.
Nella città di Mans invece le proiezioni si fanno sulla magnifica muraglia di Saint Hilaire (muro gallo romano imponente e meravigliosamente conservato) e lo spettacolo ha come titolo “maschere e draghi”. Nella città di Rennes invece le proiezioni sono sull’edificio più prestigioso della città: il Parlamento di Bretagna.Il titolo é un gioco di parole “Parle-m’en” e sono rappresentati 3 volti che si parlano e si rispondono. Originale e interessante.
Se siete in cerca di originalità non bisogna perdersi le proiezioni della città di Bayeux: sull’albero  della libertà. Si tratta di un albero piantato in questa città nel 1797 (in tempi rivoluzionari), ancora in perfetta salute tanto da essere oggi il simbolo della città. Lo spettacolo é veramente avvincente, giochi di luci sul tronco, rami e foglie, tanto da farci dimenticare che si tratta di un albero.
Proiezioni sul monastero di Brou a Bourg-en-Bresse dal titolo “colori d’amore”, infatti si tratta di un omaggio alle belle storie d’amore. I nomi delle coppie più famose sono proiettati sul muro del monastero.
Ovviamente anche piazze e castelli sono teatro di queste illuminazioni particolari…..c’é solo l’imbarazzo della scelta.
Parigi non é più la sola “Ville lumière” di Francia.