Cosa rimane dei nostri amori, lamentele, vittorie o sconfitte? Un tempo ci si scriveva delle lettere per raccontare tutto cio’, lettere  che oggi possono valere una fortuna.
Ad  aprile  si é venduta all’asta a Parigi una lettera manoscritta dello scrittore francese Marcel Proust del 1919 indirizzata al figlio della sua padrona di casa per lamentarsi del rumore fatto dai vicini mentre facevano l’amore.
Cosa diceva? ecco un estratto:
” Al di là del tramezzo che mi separa dalla loro camera, i vicini fanno l’amore ogni due giorni, con una frenesia, di cui sono geloso…”
Si era trasferito in un appartamento al Boulevard Haussmann e per ridurre i rumori fece rivestire le pareti di sughero. Bisogna dire che spesso lavorava di notte e che era sensibile al rumore cittadino.
La lettera era stata stimata tra i 6000 e 7000 euro, ed é stata venduta a 28 336 euros
Delle lettere d’amore del cantante Johnny Halliday a Sylvie Vartan vendute a 800 euro. Venduta all’asta anche la corrispondenza di un’altra coppia del cinema francese : Yves Montand et Simone Signoret. 
ll record l’ha battuto pero’ una lettera in codice di Napoleone venduta a Fontainebleau nel 2012 a 187.500 euro (si tratta di un record mondiale).

Scritta durante la Campagna di Russia, datata 20 ottobre 1812. Diceva prepararsi a far “saltare Kremlino”….sappiamo tutti com’é andata a finire!