La proposta é stata fatto l’anno scorso: aprire un campo nudista a Parigi. Perché? Oramai la pratica del nudismo si é diffusa dappertutto in Francia dove ci sono circa 1 milione e mezzo di praticanti. E’ diventata la  prima destinazione mondiale dove convergono ogni anno circa 3 milioni e mezzo di persone. E Parigi? Maggio dell’anno scorso é partita l’idea di aprire un campo nudista. Ed é così che nel dodicesimo distretto, nel Bois de Vincennes , quest’estate una zona di 7300 metri quadrati é stato consacrata a chi ama spogliarsi,a titolo sperimentale,  tutti i giorni dalle 8h alle 19h30. Se ne é parlato poco, poca pubblicità per questa novità. Nemmeno sul sito del Comune di Parigi non si é detto granché, ma  e’ stato un primo passo per l’associazione nudisti di Francia che spera che altri spazi saranno aperti in futuro.
Poi questo 5 maggio per la prima volta un museo parigino ha organizzato una giornata di visita nudi e pensate che era già tutto completo da marzo. Il Palais de Tokyo, museo di arte contemporanea avvezzo ad accogliere manifestazioni a dir poco sorprendenti ha tentato l’esperienza.

I 200 posti disponibili sono stati venduti in un lampo su internet già da marzo (iscrizione presso l’Associazione Naturista di Parigi). Almeno due milioni di persone hanno dichiarato di essere interessate e 30.000 hanno chiesto un biglietto. Il pubblico? un esperta d’arte di vendita all’asta, attori, studenti, impiegati…. insomma : normali cittadini. Una maggioranza di donne tra i 18 e 34 anni e soprattutto c’erano intere famiglie con bambini.  Entrati alle 9h30 per seguire una visita guidata di circa due ore  con guide ufficiali del museo …..vestite!  Al personale non é stato chiesto di togliere gli abiti.  Insomma un vero successo! Peccato che la fondatrice della Federazione Francese di naturismo, morta a dicembre al 103 anni, non abbia potuto assistere a tale trionfo. Forse la prossima volta ….al Centro Pompidou? Oppure se veramente si elimina ogni barriera e inibizione si potrebbe organizzare al museo del Louvre…..perché no? Tanto ormai la Gioconda ne ha già viste di tutti i colori e certo non si schioccherebbe….forse  sarebbe anche disposta a mostrarsi “senza veli”…chi lo sa…