Si tratta di uno dei casi più famosi durante il regno di Luigi XIV che era molto fiero della sua polizia e ne garantiva il successo di fronte la tanta criminalità dell’ epoca. Ma questo era qualcosa di diverso dal solito.
 
 
Nell’anno 1684 in pieno centro di Parigi, esattamente in rue Courtalon erano scomparsi ben 26 ragazzi d’età compresa tra i 17 e i 25 anni. Giravano le voci più assurde…..una principessa malata si faceva il bagno con il sangue di soli giovani uomini, un complotto per eliminare tutti gli uomini in città…..allorché il re convoco’ il suo miglior poliziotto, un certo La Reynie e gli affido’ il caso. 
 
Il poliziotto in questione aveva un figlio proprio dell’età degli scomparsi, veniva soprannominato “lo sveglio” e gli propose di fare da esca. La sera stessa il ragazzo si vesti’ elegantemente, mise una collana d’oro e un magnifico orologio costosissimo e se ne ando’ a zonzo nel quartiere facendo ben sentire a tutti il tintinnio della borsa riempita di monete che aveva con sé. Di certo non passava inosservato.
Al quarto giorno nel giardino delle Tuileries vide una bellissima ragazza con una signora e inizio’ la conversazione.
 
La dama spiego’ al ragazzo che si trattava dell’unica erede di una ricca famiglia, di una principessa ….il ragazzo disse di voler incontrare la famiglia per chiederne la mano. L’appuntamento fu fissato per la sera stessa alle 21 davanti alla chiesa Saint-Germain l’Auxerrois.
 
La signora si presento’ e accompagno’ il giovanotto in rue Courtalon, ma non sapeva che il papà poliziotto li stesse seguendo. Entrato in casa rivide la ragazza e approfitto’ in un momento in cui rimase solo per vedere se c’era qualcosa di strano. Ed é così che dietro un paravento scopri’ un armadio con dentro…..26 teste di uomini. Apri’ la porta alla polizia proprio mentre  la ragazza rientrava nella stanza accompagnata da 4 uomini …..che furono arrestati e il mistero risolto.
 
Ma che ci facevano con le teste? Le teste imbalsamate venivano vendute in Germania a degli studiosi. La donna e i suoi complici furono condannati a morte e impiccati. 
 
Si dice che la bella ragazza, ossia la principessa, si salvo’ e che continua ad andare in cerca di nuove “teste”, ma non se ne seppe più nulla.
La via rimane nel centro di Parigi ed é attraversata tutti i giorni da migliaia di turisti ignari dell’accaduto. Tranquilli uomini non si rischia più di perdere la testa!