È un crocevia, e che crocevia! Nel 44 a.C, il 15 marzo per essere precisi, ci hanno ucciso l’imperatore Giulio Cesare. Largo di Torre Argentina, il cui nome non ha niente a che fare con il Paese d’origine di Papa Francesco ma è legato a quello di una torre che ormai è andata distrutta, in realtà è uno scavo quadrato a cielo aperto. Un’area sacra che risale al III-IV sec. a.Cristo. Oltre ai 4 Templi rinvenuti, c’è anche il Senato di Roma – che adesso è ridotto ad un solo basamento di tufo (il tempo logora!) – dove, appunto, venne ucciso il Giulio di cui sopra! Qualcuno ricorderà la celebre seduta delle Idi di marzo…ecco, quella vicenda lì. Oggi, vi abita una colonia di gatti romani D.o.c., grazie ad una famosa associazione che se ne prende cura. Qui, le foto. Alla prossima.