Honfleur, poco più di 7000 abitanti ma sa attirare oltre 3 milioni di turisti all’anno in cerca di un fascino di altri tempi. Ha visto artisti come Gustave Courbet, Boudin, il famosissimo Claude Monet e Jongking. Il musicista Erik Satie vi é nato. Baudelaire ci veniva in vacanza a trovare la mamma e per un periodo ci visse.

Cittadina elegante, con una cura particolare per gli spazi verdi, vi sono fiori dappertutto. Una magnifica chiesa dedicata a Santa Caterina completamente rifatta in legno dopo le guerre di religione con una rara maestria. Un soffitto a forma di carena rovesciata che ci fa pensare alle imbarcazioni dei vichinghi ovvero le mitiche drakkar

Da qui partirono a fine agosto del 1541 3 navi e dopo mesi di navigazione arrivarono nel luglio del 1542 fino in Canada, nella colonia fondata un anno prima dai francesi (vicino all’attuale città di Quebec) con lo scopo di popolarla di «francesi» e visto che nessuno voleva andarci riempirono le navi di galeotti e prostitute.

Una cittadina ricca di storia e fascino che vi aspetta …..

www.visiteguidateparigi.it

@parisbypenny