Il presepe più famoso del mondo è lucano ma in questi giorni è possibile ammirarlo a Firenze fino al 4 febbraio. Magie natalizie, magie dell’autore: il maestro Francesco Artese che da una vita allestisce presepi monumentali e colleziona riconoscimenti su e giù per il mondo – dall’Europa agli Stati Uniti passando per Betlemme.

Ritornando al capoluogo toscano e al presepe in questione, che occupa uno spazio di 80 mq, bisogna andare in Basilica Santo Spirito per ammirarlo e, visto che siamo (quasi) a Natale, la sorpresa sarà doppia. Dal 16 dicembre al 24 marzo, altra sorpresa. Nel complesso espositivo dell’opera di Santa Croce, sarà allestita la manifestazione “Maternità divine. Sculture lignee della Basilicata dal Medioevo al Settecento”.

 

Opere di grande dimensione e valore mai uscite dai confini regionali. Insomma, roba grossa e da non perdere e che vede coinvolte, tra le varie istituzioni e realtà, anche la Soprintendenza Archeologica delle Belle Arti. E adesso chioso con un: e non dimenticate che nel 2019 Matera sarà Capitale europea della cultura!

Passo e chiudo.