Quando piove, il dopo pranzo ha solo un nome: divano. Dall’arabo dīwān, che a sua volta deriva dal persiano. Un tempo era il nome di un ufficio – mi pare quello doganale – poi, vuoi che non vuoi, ha iniziato ad indicare il “sedile per più persone, imbottito e con cuscini”. Le parole tra virgolette le ho copiate pare pare dalla Treccani, che come lei non ne sa nessuno! …Oddio non mi ricordo più cosa volevo dire…ah, ecco: allora, siccome oggi piove, mi sono squazzanata (parola che non troverete nell’enciclopedia sopra citata perché l’ho inventata adesso) sul dīwān e ho fatto un giro per Borgo Pio e dintorni guardando le foto scattate con il cell. Per cui, incollo e condivido così se dovesse piovere anche da voi, ve fate du’ passi zona Vaticano.

Quando piove, il dopo pranzo ha solo un nome: divano. Dall’arabo dīwān, che a sua volta deriva dal persiano. Un tempo era il nome di un ufficio – mi pare quello doganale – poi, vuoi che non vuoi, ha iniziato ad indicare il “sedile per più persone, imbottito e con cuscini”. Le parole tra virgolette le ho copiate pare pare dalla Treccani, che come lei non ne sa nessuno! …Oddio non mi ricordo più cosa volevo dire…ah, ecco: allora, siccome oggi piove, mi sono squazzanata (parola che non troverete nell’enciclopedia sopra citata perché l’ho inventata adesso) sul dīwān e ho fatto un giro per Borgo Pio e dintorni guardando le foto fatte con il cell. Per cui, incollo e condivido così se dovesse piovere anche da voi, ve fate du’ passi zona Vaticano.


Credits : @emanuelacampanile