Riva del Garda, sponda nord del Lago di Garda – Trentino, andava di moda già ai tempi degli Etruschi quando, probabilmente, il surf non era ancora lo sport di punta. Comunque sia, la bellezza ordinata e un po’ selvaggia del lago di Garda e delle zone limitrofe, oggi attirano una gran fetta di “appassionati della tavola” e del genere “vista lago”. Nel III secolo d.C. ad essere attirati, ma non propriamente per interessi turistici, furono gli Alemanni, i Marcomanni e i Suebi. Poi arrivarono le incursioni dei Franchi; Carlo Magno; altri e altri ancora fino al consolidamento della presenza della Chiesa con il Principato vescovile di Trento. Mazzate, conquiste, saccheggi, scontri e via dicendo, si susseguirono per secoli e seculorum con l’entrata in scena della Repubblica di Venezia e degli Asburgo. Storia travagliata che arrivò ai terribili anni delle due Guerre mondiali. Poi, la ripresa e la rinascita che, per quanto faticosa, ha reso questa zona trentina, una delle mete più belle d’Italia. Oltre a Riva, consiglio giretto con battello a Limone, Arco, Torbole e Malcesine. Allego, quindi, qualche foto. 

Alla prossima.