L’Arca come metafora di un viaggio immaginario è il soggetto con cui si misurano due giovani artisti: l’architetto Cristiano Quagliozzi e la ritrattista Milena Scardigno

Un unico, grande disegno su tela(cm 200x300) che sarà esposto al Museo di Roma in Trastevere dal 12 luglio all’8 settembre 2019. Un’opera che raccoglie le tante storie dei suoi passeggeri, per l’esattezza 191,  che si sono guadagnati la preziosa “carta d’imbarco” rilasciata dagli autori, a seguito di un invito a salire e a iniziare il viaggio fantastico. Come? Così viene spiegato nel comunicato di presentazione del progetto alla stampa: “I personaggi rappresentati sull’arca, 191 per la precisione, sono, infatti, persone effettivamente esistenti, con cui gli autori hanno intrattenuto rapporti reali. Per fissarli in un attimo speciale è stato chiesto loro un gesto che li caratterizzasse. Poi, per arruolarli nell’impresa e trasformarli in passeggeri dell’Arca, è stata consegnata loro una “carta d’imbarco” nominale, timbrata e numerata al costo di dieci euro, con la quale si è finanziato un Progettoche include anche la pubblicazione del libro illustrato”.

questo punto, suggerisco di guardare, osservare e scrutare l’Arca. E magari, non solo in foto. 

Alla prossima