E’ confermato, per questo 37° weekend del patrimonio anche la cattedrale di Notre Dame sarà presente! Bruciata, ancora in convalescenza, non potrà aprire le sue porte al pubblico come lo ha fatto per oltre 8 secoli, non potrà mostrarci neanche l’avanzare del cantiere di restauro visto il sistema di sicurezza in vigore. Tutto un programma di animazioni é stato elaborato per poter vivere di nuovo la magia della cattedrale. Sulla piazza dalle 9h alle 19h il pubblico potrà (senza prenotare e in libero accesso) scoprire delle riproduzioni (a scala reale) dell’incredibile struttura in legno che ha preso fuoco sotto il tetto della cattedrale, assistere a delle dimostrazioni in diretta da parte di falegnami: strumenti, fabbricazione completa di telai come si faceva nel Medio Evo….il tutto ovviamente nel pieno rispetto delle regole sanitarie in vigore.

Chi ha forza, coraggio e soprattutto tanta pazienza (le code sono lunghe e non sempre é possibile prenotare) può anche accedere al Palazzo dell’Eliseo, sede del Presidende della Repubblica, oppure visitare la Banca di Francia con in particolare un salone eccezionale degno della reggia di Versailles. Qualcosa di originale? Vedere come funzionano le chiuse cha abbiamo sul canale dell’Ourcq a Parigi, oppure perché no….entrare in un’ex casa chiusa con ancora decorazioni dell’epoca, oppure visitare uno dei tanti bunker che ci sono ancora nella capitale e « dimenticati » da ormai tanti anni.

Anche la sede di restauro delle opere d’arte sarà aperta eccezionalmente al pubblico, la ditta dei trasporti pubblici apre il suo museo con all’interno i primi modelli di bus pubblici e tutta la storia di questa bellissima avventura fino ad arrivare alla metropolitana attuale e quella del futuro.

Allora … via appropriamoci almeno lo spazio di un weekend del nostro patrimonio, gratuito, di tutti e per tutti.

Buon weekend del patrimonio a tutti!