Quelli bravi le chiamano edicole sacre, ma per la maggior parte dei romani sono le “madonnelle”. Si trovano negli angoli delle strade capitoline e ci sono affezionati anche quelli che non credono. Il periodo di maggior fioritura di questa “arte urbana”, si ha nel Cinquecento con Papa Sisto V che, per essere precisi-precisi, nel 1475 – in occasione del primo Giubileo -stabilisce anche dove queste edicole mariane debbano essere affisse. Nei secoli, molte ”madonnelle” sono andate distrutte e, diciamolo, l’attuale incuria non aiuta certo la loro conservazione…ma, intanto, godiamoci qualche scatto! 

 

Alla prossima.