Il Lago di Garda è il maggiore lago italiano con 370 kmq d superficie. Chiamarlo lago dunque è un po’ limitante, forse sarebbe meglio considerarlo, appunto, un mare tra le montagne perché è questa la sensazione che si prova a guardarlo in quanto, in qualsiasi direzione si rivolge lo sguaro, non si riescono a vedere i confini. Veneto, Lombardia e Trentino Alto-Adige, sono le tre regioni bagnate dal lago di Garda che tocca cittadine ricche di storia lungo le sponde, dolci colline e montagne innevate. Addirittura vi si trovano delle isole al centro che sono tutt’ora delle piccole oasi di pace e tranquillità. Il Lago di Garda è una mèta turistica che accontenta tutte le richieste in ogni periodo dell’anno ed è per questo che vi invito tutti a provare qualche giorno di turismo lacustre, vivendo il lago dal suo interno e quindi via barca, oppure percorrendo le meravigliose strade lungolago con panorami mozzafiato.

Proprio una quindicina di giorni fa, mi sono trovato a trascorrere (per lavoro, ma credetemi, anche in questo caso è diventato tutto molto più piacevole), in alcune località che ora, se me lo permettete, vi segnalo con piacere.

Sono giunto a Sirmione, dove avevo la sede operativa. Cittadina davvero incantevole, mèta di turismo per famiglie e non solo. Qui si trova il castello Scaligero che risale al 1250 ed è uno dei castelli meglio conservati in Italia. Oggi è in perfetto stato di conservazione, il castello è interamente visitabile e si trova su una rocca suggestiva affacciata direttamente sul lago, da dove vi si accede con un bellissimo ponte levatoio. Leggende di amore e morte aleggiano ancora sul castello: si narra che una notte al castello un cavaliere chiese ospitalità: rimasto folgorato dalla bellezza di Arice, si intrufolò nella sua camera. Arice sconvolta lo rifiutò e lui la pugnalò. Ebengardo a sua volta uccise il rivale, e da allora nelle notti di tempesta il suo spirito vaga per il castello alla ricerca della sua amata.

Anche una visita alle “Grotte”, come fu chiamata la grande Domus romana prima degli scavi nel ‘400, sempre a Sirmione, merita di degna attenzione. In realtà i suoi resti (due), sono ben conservati. Si tratta di una villa di epoca romana costruita nel I secolo d.C., ed oggi considerata l’esempio più importante di Villa Romana nell’Italia del nord con un efficiente reparto termale, a testimonianza di Sirmione come luogo termale di eccellenza conosciuto già dai Romani..

Il giorno dopo sono stato all’Isola del Garda, conosciuta anche come Isola Borghese, è la più grande delle isole sul Lago di Garda e si trova a circa 200 m dalla costa, nel territorio di San Felice del Benac. Oggi si raggiunge in battello ed è di proprietà dei conti Cavazza, che dal 2002 organizzano visite guidate nel suggestivo parco e nella villa Ferrari, un mirabile esempio di villa costruita ai primi del’900 che costituisce l’unico esempio di stile neogotico veneziano sul lago.

Passando dal Veneto al Trentino, mi sono fermato a Riva del Garda,  che è una delle località più a nord del Lago di Garda e gode di un fascino tutto particolare. Qui, infatti, il lago si restringe e si incunea tra le alte pareti rocciose del Monte Rocchetta: l’acqua è più fredda e più blu, il panorama risente delle vicine Dolomiti e il silenzio si fa più rarefatto, anche perché sulla parte trentina del Lago di Garda la navigazione a motore è vietata.

Riva del Garda, come suggerisce il nome, si affaccia sul lago ed è stretta tra le sue acque e il centro storico, che si insinua lungo la montagna. Riva è una località turistica attrezzata, curata e ricca di storia, abitata fin dal tempo dei Romani e con numerose testimonianze del suo passato medievale. Una passeggiata in piazza permette di respirare il fascino austroungarico di Riva, magari seduti ai tavolini dei bar, ammirando i palazzi che qui si affacciano.

Il Vittoriale degli Italiani (a Gardone Riviera) è il luogo di sepoltura di Gabriele D’Annunzio e una vera e propria cittadella da lui voluta e costruita insieme all’architetto Giancarlo Maroni tra il 1921 e il 1938. Il Vittoriale comprende la Prioria, una grande casa museo ricca di oggetti, stanza a tema e decorazioni, un grande parco con statue, laghetti e giardini, un auditorium per 200 persone che ospita mostre, convegni e d eventi, vari spazi adibiti a musei, un anfiteatro.

Tra i luoghi più affascinanti c’è il Museo D’Annunzio Segreto, che si trova nei sotterranei dell’anfiteatro e raccoglie gli oggetti della vita quotidiana del Vate, tra scarpe, abiti e collari per i suoi cani.

Altra località che ho visitato con piacere: Limone del Garda. Limone sul Garda è uno dei centri più antichi e meglio conservati che si affacciano sul Lago di Garda. Le origini del nome sono incerte: potrebbero derivare da “limes”, confine in latino, ma in realtà sono i limoni a dominare questa piccola perla del Garda. Limone è nota infatti da sempre per la coltivazione di agrumi, che qui, grazie alla brezza del lago e al suo microclima sono coltivati da sempre nelle “limonere”. Si tratta di terrazze protette, una sull’altra, dove trovano spazio magnifici agrumeti. La più famosa, oggi di proprietà del comune, è la Limonaia del Castel, che risale al 1700 e oggi è aperta al pubblico. 

Passiamo sulla sponda lombarda dove da visitare sicuramente c’è Salò e i suo Duomo, costruito in stile tardo gotico e merita una visita perché appare al visitatore quasi com’era nel 1453, quando fu posata la prima pietra.

Oltre a tutto questo, il Lago di Garda offre anche una serie di parchi di divertimento tematici moderni e perfetti per tutta la famiglia. La maggior parte dei parchi si trova a pochi km dalle sponde del lago, in provincia di Verona e c’è davvero l’imbarazzo della scelta. I parchi di divertimento del Lago di Garda sono aperti generalmente da aprile a fine ottobre, con aperture speciali durante le vacanze di natale e nei fine settimana. Si parte dal celebre Gardaland, il più grande d’Italia, con più di 35 attrazioni a tema per grandi e piccini che si arricchiscono ogni anno: il parco si trova a Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona.


Gli amanti dell’avventura non possono poi perdere i parchi tematici di Caneva World: Movieland, dedicato al mondo del cinema con spettacoli, animazione e ricostruzioni di set cinematografici, e il Caneva Acqua Park, un vero paradiso di piscine per grandi e piccoli con scivoli, attrazioni e giochi d’acqua. Entrambi i parchi si trovano a Lazise sul Garda, in provincia di Verona.


Il Parco Natura Viva invece, si trova a Pastrengo, sempre in provincia di Verona, ed è un giardino zoologico con più di 1.500 animali di 200 specie diverse da tutti i continenti. Un’occasione perfetta, anche per i piccoli, per imparare a conoscere e a proteggere le specie animali del mondo. Ma non pensate di visitare un semplice zoo: il parco è un centro di tutela, ricerca e conservazione negli animali, e comprende il Parco Safari con mammiferi e uccelli africani, un acqua terrario e un‘area completamente dedicata ai dinosauri.