Su un calendario ho trovato varie foto interessanti della mia città preferita, la Tehran di quasi 100 anni fa. Questa settimana condivido con voi, cari amici di blog, un video con queste immagini, che ha come colonna sonora la canzone “Song” di Soheil Nafissi. Il testo parla delle cose che non esistono più e che vivono solo nei ricordi.
Tehran è diventata capitale nel 1786. All’epoca ci vivevano meno di 20.000 persone ed era famosa per i suoi giardini. Ora nel 2020 ha più di 13 milioni di abitanti ed è piena di grattacieli.

È normale, per una grande città ingrandirsi nel corso dei secoli, ma, a volte, mi sembra che il territorio difficilmente si adatti a tutti questi cambiamenti, specialmente, quando si assiste alla crescita, ogni giorno, del numero degli edifici sul pendio delle montagne Alborz, che circondano la città. Mi piace guardare la versione semplice e meno complicata della vita, come immagino, nella prima Tehran. Spero che, anche a voi, piacerà.