Per contenere le contaminazioni dovute alla variante Omicron, il 27 dicembre il governo francese ha definito alcune nuove regole applicabili da lunedì prossimo. Dopo aver cancellato i tradizionali fuochi d’artificio sotto la Tour Eiffel il 31 dicembre, ci aspettavamo al peggio. Si sussurrava un probabile coprifuoco per le feste di fine anno come minimo. Invece no, al momento non é stato sancito né coprifuoco e per la notte di San Silvestro si festeggerà come sempre sugli Champs Elysées….addirittura al momento lo spettacolo previsto é mantenuto.

Ma qualche nuova regola ce l’abbiamo…..negli interni non sarà possibile avere più di 2000 persone e all’aperto massimo 5000 (quindi come faranno i francesi per le manifestazioni?).

Il pubblico ammesso nei negozi, luoghi di culto, ristoranti, sale spettacoli sarà ridotto al 50%, feste in ufficio o nei luoghi di lavoro rigorosamente vietate.

Il Primo Ministro ha dichiarato obbligatorio, per le professioni che lo consentono, lo smartworking almeno tre volte a settimana, se possibile anche quattro. Lascia il potere ai prefetti di decidere se mettere o meno l’obbligo della mascherina anche all’aperto nelle città francesi e in quali strade a seconda della necessità.

Per « convincere » i francesi a vaccinarsi (i no max sono numerosi in Francia) dal 15 gennaio ci sarà l’obbligo di mostrare un pass « vaccinale » per poter entrare nei bar, cinema, teatri e trasporti pubblici….non sarà più sufficiente mostrare un test negativo. La notizia che ha raccolto più stupore é che la terza dose vaccinale può’ essere fatta dopo 3 mesi dalla seconda. All’inizio era prevista dopo 6 mesi, poi a novembre era passata a 5, a dicembre avevano dichiarato dopo 4 mesi e adesso dopo soli 3 mesi…..

Il pass vaccinale riguarda tutti a partire dai 12 anni, anche se consigliata la vaccinazione per i bambini tra i 5 e gli 11 anni, non é obbligatoria.

Ebbene, sperando che non ci siano altri cambiamenti, ci prepariamo alla fine di quest’ anno 2021….alquanto faticoso e all’ insegna di questa epidemia che sembra non volerci abbandonare.

Rimaniamo positivi aspettando il 2022, numeri che sommati (2+0+2+2) danno il 6…..numero che rappresenta l’amore. Secondo i tarocchi di Marsiglia sarebbe un simbolo di perfezione, e soprattutto simbolo di amore…..il 2022 é l’anno dell’amore sotto ogni forma.

Un giorno penseremo alla crisi del Covid come qualcosa del passato che ci ha lasciati più forti….sarà un ricordo…..come diceva Leonardo da Vinci…. « Amor ogni cosa vince ». Allora entriamo colmi di speranza nel 2022!!