Ognuno di noi ha un luogo del cuore, cioè un posto preciso in cui ricordi ed emozioni confluiscono ogni volta che si ha la possibilità di ritornarci.
Il mio luogo del cuore è sicuramente Siderno, la cittadina in cui ho trascorso infanzia e adolescenza, il periodo più spensierato della mia vita, quello che non si può dimenticare. Strade, vicoli e piazze hanno per me un grande valore affettivo: è qui che sono cresciuta, è qui che ho incontrato i miei più cari amici, è qui che mi sono innamorata per la prima volta, è qui che ho maturato le scelte più importanti del mio futuro “da grande”. Ma, in particolare, è il lungomare il mio luogo del cuore, quel tratto del lato sud che non mi stanco mai di fotografare e che è noto come Rione Sbarre. A ridosso della ferrovia e con il mare di fronte questa è una delle zone più antiche e caratteristiche di Siderno, qui vivono da generazioni i marittimi, i pescatori, nelle loro casette bianche e basse, le cui finestre, quasi sempre aperte, lasciano intravedere uno spaccato di vita semplice e vera.

Passeggio tra i vicoletti del Rione osservando ciò che resta della manifestazione svoltasi a fine luglio, “Immersi nel blu”, tre serate in cui protagonisti sono stati gli abitanti di questa zona, le tradizioni, i colori ed i sapori legati al mare. Passeggio e mi rammarico di non essere stata presente, di non aver potuto gustare il pesce fritto al momento, di non aver preso parte ai balli tradizionali, di aver perso l’occasione di una chiacchierata in Piazza Tabarano, vestita a festa da bravissimi giovani artisti che con i loro murales e le loro decorazioni pittoriche hanno contribuito alla riqualificazione dello spazio “cuore” del Rione.
In questi vicoli da ragazzina correvo in bicicletta con i miei amici e passavano quasi inosservate reti, barche, nasse, lasciate fuori dalle case o ferme sulla spiaggia; oggi tutto ciò cattura la mia attenzione senza alcuna distrazione. Il sorriso delle persone che aprono le porte salutandoti calorosamente, mostrandoti il loro piccolo mondo dove tutto scorre lentamente, il rumore del mare, il profumo della salsedine…..Chiudo gli occhi, respiro profondamente e porto tutto via con me!