Da qualche giorno siamo nel 2021. Lo abbiamo atteso con impazienza, convinti che allo scadere della mezzanotte, come per magia, molte cose sarebbero cambiate….e invece, intorno a noi, ancora tanta incertezza e confusione imperante. Non proprio un inizio “col botto”!!!

A Roma piove ormai da giorni, proprio dal 1° Gennaio. Penso: “anno bagnato, anno fortunato!”- più che pensarlo me lo auguro- e intanto sento un po’ di buona musica. Nella mia playlist non può mancare IMAGINE, storico brano di John Lennon; mai come quest’anno ascoltarlo e ragionare sul testo è sinonimo di riflessione. IMAGINE nasce come un inno di speranza, anche se ultimamente è stato utilizzato in fatti dolorosi, perché s’ipotizza un mondo migliore, una vita in pace ed armonia. Ma siamo ancora in grado di condividere quest’idea?

Imagine all the people living for today
Immagina tutta la gente che vive solo per l’oggi : in realtà è così che stiamo vivendo, giorno dopo giorno, senza poterci programmare neanche un futuro immediato. La pandemia ci fa dipendere da continue statistiche o zone colorate; non c’è spazio per i nostri programmi, il nostro quotidiano e anche i nostri affetti.
Imagine there’s no countries…..And no religion too

Immagina che non ci siano patrie….e anche alcuna religione : concetti attualissimi ma difficili da esplicare. Quasi tutto il mondo è stato colpito duramente da un virus che poco ha risparmiato in termini di vite umane, economia, risorse e tempo impiegato a combatterlo e sconfiggerlo, per altro senza ancora riuscirci. Un’unica grande patria impreparata, consapevole del pericolo ma perennemente in ritardo sulle soluzioni da adottare, soffocata a causa di decisioni a volte prive di senso e molto confuse. Una patria non priva di religione però, intesa soprattutto come amore sociale, altruismo, solidarietà e preghiera. Fare del bene agli altri ed essere responsabili per se stessi e per gli altri sono ciò che rimarrà impresso in tutti noi, che ci ha unito e che ci unisce ancora.

Imagine no possessions…..No need for greed or hunger
Immagina che non ci siano proprietà….Nessuna cupidigia o brama: purtroppo esistono, nonostante tutto esistono, caro John, e non credo che si possa prevedere mai la loro scomparsa.
Ma chi sogna, come te tanti anni fa, un mondo migliore ha il dovere d’inseguire la speranza e di lottare perché questo divenga realtà.
You may say i’m a dreamer, but I’m not the only one
E’ vero John, non sei l’unico sognatore! Il tuo desiderio, in questo 2021, diventa il desiderio di molti e così…
THE WORLD WILL LIVE AS ONE!